Piazzale Italia

Moodle in ospedale?

 
Stefano Guglielmetti
Moodle in ospedale?
 

Buongiorno a tutti,

sono coinvolto in un progetto di implementazione di Moodle presso l'Ente Ospedaliero Cantonale (Svizzera, Canton Ticino) e mi piacerebbe sapere se in Italia ci sono ASL o strutture sanitarie che hanno già in uso e acquisito esperienza su Moodle in questo contesto, per formazione e aggiornamento del personale.

Grazie e buone feste!

Stefano

 
Media dei voti: Utile (1)
Immagine Marco Caresia
Re: Moodle in ospedale?
 
So che l'ASL di Trento lo utilizza in questo contesto.
Stefano Guglielmetti
Re: Moodle in ospedale?
 

Grazie Marco!

Immagine Alessandra Chiesa
Re: Moodle in ospedale?
 

buon giorno Stefano,

lavoro come consulente per l'Azienda Sanitaria Ligure e da un po anni usiamo moodle come piattaforma per la formazione del personale.

la piattaforma è molto  versatile ed è lo strumento  giusto per raggiungere tutti i dipendenti (visto il numero!).

Ci stiamo specializzando anche nell'editing di corsi scorm1.2. Se hai bisogno di qualche informazione, chiedimi pure.

ciao

Alessandra 

Stefano Guglielmetti
Re: Moodle in ospedale?
 

Grazie Alessandra!

PS quale ASL?

Immagine Alessandra Chiesa
Re: Moodle in ospedale?
 

ASL3

Stefano Guglielmetti
Re: Moodle in ospedale?
 

Buongiorno Alessandra,

vista la tua disponibilità mi permetto di farti qualche domanda:

1) Come avete organizzato/implementato il servizio FAD?

2) Quali persone sono state formate come docenti moodle in azienda?

3) Avete stabilito delle regole per poter aprire un corso?

Vista la complessità di un'azienda sanitaria credo che non sarà una passeggiata mettere in piedi un modello organizzativo per l'e-learning aziendale.

Grazie per la disponibilità e buona giornata!


Stefano


Immagine Alessandra Chiesa
Re: Moodle in ospedale?
 
Buongiorno Stefano,

la prima domanda che mi poni è un po' troppo generica, ti posso raccontare che  io in azienda ho avuto la possibilità di lavorare su alcuni progetti dove era prevista una piattaforma proprietaria e siamo stati formati in 3. A nostra volta abbiamo divulgato la nostra esperienza ad altri 3 colleghi: quindi eravamo in 6 con un'utenza media di 1200/1500 utenti all'anno. In due però eravamo i "super-administrator" mentre i colleghi si occupavano dell'assistenza/amministrazione dei corsi.
Nel corso degli anni abbiamo cambiato piattaforma (sempre proprietaria) per cui abbiamo rifatto un aggiornamento con un'altra azienda che ci ha  fornito il servizio.

Nell'attività odierna moodle è stata una scelta  strategica vista la sua caratteristica di opensource: io non ho fatto una formazione ad hoc su moodle, quanto piuttosto con l'esperienza pregressa mi è stato facile muovermi  per apprendere le funzionalità di moodle.

Ho seguito come discente dei corsi fad e questo mi è stato d'aiuto per studiare altre piattaforme.

In azienda siamo 3 super-administrator con un bacino d'utenza che si aggira sui 5.000 utenti che fortunatamente non fruisce in contemporanea i corsi on-line, ovviamente a supporto abbiamo almeno 2  sistemisti.

Chi si occupa di moodle  fa parte dello staff della formazione aziendale, almeno 6 persone.

Per quanto riguarda la tua terza domanda, ovviamente si: indispensabile in quanto oltre l'attività di erogazione dei corsi,  ci occupiamo anche della produzione di corsi scorm.

Spero di esserti stata d'aiuto.

ciao


Alessandra



 
Media dei voti: Utile (1)
Immagine Matteo Steduto
Re: Moodle in ospedale?
 

Ciao Stefano,

alle prime due domande hai già avuto risposte, per la terza invece io ti allego un Poster/Schema che abbiamo realizzato tempo fa per l'analisi di fattibilità/successo di un corso autoprodotto

Esso ha lo scopo di fare da guida nella pianificazione di un corso FaD, dando uno sguardo ai diversi indicatori e "ingredienti" da considerare e al tempo stesso di ’scremare’’ o filtrare fra le eventuali numerose proposte quelle ritenute più valide per un miglior successo.

Cioè ... della serie: ... "La progettazione di questo corso X ha le carte in regola" .... "quest'altra  del corso y invece no!"


Immagine Matteo Steduto
Re: Moodle in ospedale?
 

Ciao Stefano,

io da alcuni anni organizzo corsi FaD nella mia azienda ospedaliera (circa 2500 dipendenti) in completa autonomia, economia e con poche persone che mi aiutano.

Se vuoi cimentarti con moodle in ospedale ... ecco i miei consigli:

per prima cosa ti invito a leggere il mio articolo pubblicato sul Blog di Skilla  per farti un'idea sommaria di cosa ti serve e come muoverti all'inizio ... poi se trattasi di una scuola, o di un ospedale o di una rete di vendita ... le dinamiche di implementazione e gestione di una piattaforma moodle fatta in economia ... non cambiano molto.

Ti assicuro che in ambiente ospedaliero, non è facile reperire personale che di punto in bianco sappia creare un corso FaD ... ma con un pizzico di buona volontà ci si può riuscire.

Ti consiglio di organizzare degli incontri per reclutare "potenziali" referenti elearning in modo da creare una academy aziendale composta da formatori, progettisti, sviluppatori multimediali, amministratori di piattaforma, grafici, ecc

Dopo il reclutamento si passa alla formazione teorica, ma soprattutto pratica, capitalizzando le attitudini delle persone coinvolte.

Poi cominci a far implementare corsi semplici dai "referenti" e pian piano fai aumentare la complessità dei corsi inserendo altre attività.

Un'altra buona idea è la costituzione di una virtual library, per valorizzare il patrimonio formativo (pregresso, presente e futuro) dell'azienda rendendola disponibile a tutti i dipendenti (in questo modo tutti i dipendenti diventano dei potenziali "fornitori" di risorse)

Poi...  l'appetito vien mangiando ....

Qui invece puoi dare uno sguardo sul come ho impostato  il nostro portale ospedaliero (estremamente semplice e ovviamente in fase di sviluppo)  www.fadoperapadrepio.it

Ah ... dimenticavo ... all'inizio ... in genere ... poche persone si occupano di tutto (reperimento contenuti, iscrizioni utenti, implementazione corsi, locandine, ecc) perchè in ospedale quando sei in servizio difficilmente puoi dedicarti anche ai corsi FaD, nè devi farlo da casa , nè il tuo contributo temporale sarà riconosciuto economicamente ... a meno che non voi non abbiate dei dirigenti "attenti" a questo aspetto.

In bocca al lupo

Matteo





 
Media dei voti: Utile (2)
Stefano Guglielmetti
Re: Moodle in ospedale?
 

Ciao Matteo e Alessandra,

grazie mille per i consigli e le risposte.

Al momento siamo in fase approvazione del progetto da parte della direzione generale (dopo un progetto pilota) e poi procederemo (se approvato) con un gruppo di lavoro per definire organizzazione e regole.

Seguiranno aggiornamenti sorridente

Buon weekend!


Immagine Alessandro Carniato
Re: Moodle in ospedale?
 

Buongiorno,

io sono un consulente esterno (instructional designer) dell'APSS di Trento e mi occupo della progettazione di corsi online in piattaforma Moodle.

Per qualsiasi informazione sono a disposizione.

Alessandro

 
Media dei voti: Utile (1)
Stefano Guglielmetti
Re: Moodle in ospedale?
 

Grazie Alessandro,

ti ho scritto un messaggio.

Buona serata


Stefano